La Campagna Laziale

Il Parco di Vejo

L’antico lembo meridionale dell’Etruria, un tempo rivale di Roma, oggi è uno dei “polmoni verdi” della Capitale, mèta abituale di passeggiate e scampagnate fuori porta. Il parco si estende per circa 15.000 ettari, all’interno dell’Agro Veientano, nell’area nord di Roma, tra le vie Cassie e Flaminia.

La lettura continua su VisitLazio.com



Il Parco Regionale dei Castelli Romani

Il territorio dei Castelli Romani, da sempre, è una grande risorsa per gli abitanti della capitale: per la particolare bellezza dei suoi borghi, le sue tradizioni gastronomiche e la sua splendida fauna.

Il parco, fortemente caratterizzato da boschi di castagno, è l’ideale per una bella passeggiata o una gita fuoriporta, anche a cavallo, in uno dei tanti centri di cui l’area dispone.

La lettura continua su VisitLazio.com



Il Parco dei Monti Simbruini

Un vero e proprio “gioiello” situato nel cuore dell’Appennino laziale. La pareti dei suoi monti sono l’ideale per la pratica del free-climbing, mentre I suoi boschi, ricchi di piccoli frutti, offrono scorci memorabili e percorsi da esplorare.

La lettura continua su VisitLazio.com



Il Parco Nazione del Circeo

Con i suoi 8.500 ettari di superficie impreziosisce la pianura pontina. È stato istituito nel 1934 e la sua particolare conformazione, ne fa uno degli scenari più suggestivi dell’intera regione.

Al suo interno, ospita l’unica foresta naturale di pianura in ItaliaLa lettura continua su VisitLazio.com



Parco Naturale Regionale dell’Antichissima Città di Sutri

Una meraviglia scoperta nel corso dell’Ottocento, grazie all’impegno della famiglia Savorelli, che riportò alla luce una porzione dell’antico anfiteatro, oggi parte integrante del parco.

Nonostante l’estensione ridotta, circa sette ettari, ospita una piccola comunità di animali selvatici, composta da volpi, faine, civette, barbagianni e istrici.

La lettura continua su VisitLazio.com



Castel di Tora

L’armonia del paesaggio, l’ordine architettonico e la bellezza dei panorami, hanno fatto guadagnare a questo piccolo centro lacustre del reatino la menzione tra i Borghi più Belli d’Italia.

La lettura continua su VisitLazio.com



Subiaco

Il nome della città è inesorabilmente legato al culto e alla presenza di San Benedetto, che a Subiaco visse la fase iniziale della sua avventura monastica, culminata con la fondazione di tredici monasteri. Oggi Subiaco ospita due luoghi simbolo della spiritualità benedettina: il Monastero di San Benedetto “Sacro Speco” e il Monastero di Santa Scolastica.

Subiaco e i dintorni offrono scorci di particolare bellezza, da vivere in totale relax, in una cornice di grande fascino, dove l’arte si fonde con la natura e la spiritualità.



Tivoli

La sua bellezza ha sedotto intellettuali e viaggiatori del Grand Tour, facendone, nel corso del tempo, uno dei luoghi più amati e ammirati della nostra regione.

I giacimenti culturali di questa città, da sempre, attirano folle di visitatori in itinerari di incommensurabile splendore. A partire dalle magnifiche Villa d’Este, Villa Adriana e Villa Gregoriana.

La lettura continua su VisitLazio.com



Cerveteri

Uno dei centri etruschi più importanti, ridenominata Caere dai Romani e in seguito Cerveteri. La città custodisce alcuni tra i beni più importanti legati all’epoca etrusca, come la celebre Necropoli della Banditaccia, annoverata dal 2004 tra i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Le origini di Cerveteri risalgono al IX-VIII a. C. e le tracce del suo glorioso passato sono perfettamente visibili sul territorio.



Tarquinia

Tarquinia è un perfetto mix di storia, arte e natura, che sa rispondere alle richieste dei viaggiatori più esigenti. La città è indissolubilmente legata al suo passato etrusco, ma custodisce importanti testimonianze del periodo romano, medievale e rinascimentale.

La sua stupenda Necropoli di Monterozzi figura dal 2004 tra i siti Patrimonio dell’Umanità Unesco.

La lettura continua su VisitLazio.com



Pagine

Abbonamento a RSS - La Campagna Laziale