"AgrieTour”: chiusa la XV edizione

Con un bilancio di 10.000 visitatori, più di 60 eventi tra master, cooking show e seminari e oltre 100 buyers esteri accreditati, si è conclusa la XV edizione di AgrieTour, il “Salone Nazionale dell’Agriturismo e della Multifuzionalità”. La kermesse, che si tiene per tradizione il secondo fine settimana di novembre al Palafiere di Arezzo, quest’anno dall’11 al 13, rappresenta l’unico appuntamento su scala nazionale dedicato all’Agriturismo e al Turismo rurale. Il solo finalizzato alla valorizzazione dell’ospitalità rurale, all’aggiornamento tecnico-formativo e all’incontro tra operatori e mercato professionale.

Nel corso della sua storia, AgrieTour ha contribuito in maniera tangibile alla promozione e dell’offerta agrituristica italiana, favorendone la conoscenza al grande pubblico e la fruizione da parte di buyers e operatori internazionali. In quindici edizioni hanno preso parte alla manifestazione oltre 1.000 tour operator esteri, provenienti da 29 Paesi, che ne hanno determinato il successo nel segmento di mercato “business-to-business”, trasformandola nell’evento di riferimento per le aziende nazionali, interessate ad accrescere la propria visibilità o a stabilire relazioni con il mercato estero.

Nel corso del tempo, l’azione catalizzatrice di una manifestazione come AgrieTour ha influito anche in ambiti diversi dalle relazioni commerciali, quali la qualificazione dell’offerta agrituristica e il recupero delle tradizioni. Anno dopo anno, la kermesse ha erogato più di 90 master e una moltitudine imprecisata di eventi formativi, che si sommano alle 300 ricette tradizionali recuperate grazie al Campionato di Cucina Contadina: il concorso gastronomico che premia la cucina degli agriturismi italiani, al quale hanno preso parte, negli anni, oltre 200 aziende

Regione Lazio e Arsial ad “AgrieTour”: la Regione Lazio e Arsial hanno preso parte all’edizione 2016 AgrieTour con l’intento di promuovere l’offerta agrituristica, l’immenso patrimonio culturale e la naturale vocazione all’accoglienza del territorio d’origine. Le istituzioni regionali, in uno spazio espositivo di grande suggestione, hanno ospitato una collettiva di nove aziende laziali, coinvolte nei diversi momenti della manifestazione: dalla presentazione dell’offerta ricettiva ai tour operator esteri, ai numerosi eventi formativi, oppure alla vendita diretta delle proprie produzioni all’interno dei padiglioni. Una delle aziende presenti nella collettiva regionale, l’agriturismo Borgo Campanile di Bolsena (VT), ha ricevuto una menzione speciale nel Campionato di Cucina Contadina, per il piatto “fettuccine acqua e farina al rosmarino con ragù di faraona”. 

Tipo Articolo: